NEWS AND BLOG > Una nuova vendemmia si sta avvicinando: countdown in cantina per gli ultimi preparativi, pronti ad affrontare la nuova annata!

Una nuova vendemmia si sta avvicinando: countdown in cantina per gli ultimi preparativi, pronti ad affrontare la nuova annata!

Agosto 18, 2023

 ~ 5 min lettura

SHARE

Anche quest’anno siamo giunti al momento più atteso della stagione per la nostra tenuta: ci stiamo preparando ad affrontare la vendemmia 2023. Qui in cantina terminano gli ultimi preparativi e il team campagna organizza il programma per la raccolta delle diverse varietà tra fine agosto, settembre ed ottobre. Come ogni anno vi vogliamo raccontare l’andamento vegetativo delle nostre viti per capire che cosa ci aspetta per questa nuova raccolta. Leggiamo che cosa ci ha raccontato Settimo Pizzolato.

Quali sono le condizioni dei nostri vigneti?

In generale, l’annata viticola è stata abbastanza complicata, caratterizzata fin da subito da tanta piovosità e da una presenza di umidità elevata che, per il nostro territorio, in modo particolare, significa un potenziale aumento del rischio di attacco di peronospora e oidio. Sia per i produttori biologici che quelli convenzionali, in generale abbiamo assistito quindi ad una percentuale più alta, rispetto alle scorse annate, di malattia.

Per quanto riguarda i nostri vigneti i trattamenti a base di rame e zolfo che sono sempre stati tempestivi ma chiaramente più frequenti rispetto all’anno scorso, che ricordiamo invece per la grande siccità. Abbiamo cercato di difendere le piante in maniera preventiva con interventi di difesa agronomici precisi e specifici come le defogliazioni, le cimature o ancora lo sfalcio dell’erba creando un habitat meno umido possibile.
I grappoli, nonostante alcune perdite dovute alla peronospora, caratterizzano un’annata di grande abbondanza e risultano essere salubri, di grandi dimensioni e siamo certi che otterremmo ottime quantità di uva.

Per quanto riguarda le nostre varietà Piwi, piante oramai arrivate al sesto anno di impianto, a pieno regime evolutivo, possiamo affermare che hanno reagito bene all’annata difficile, soprattutto il Souvignier Gris che ha già iniziato l’invaiatura e che presenta dei grappoli sani dal suo colore rosa brillante. Per far fronte all’avanzamento della malattia, siamo dovuti intervenire con alcuni trattamenti a base di zolfo e solfato di rame, anche perché la robustezza di queste piante fa da sé nella difesa alla malattia.

Nella nostra tenuta presso le colline di Conegliano-Valdobbiadene, abbiamo subito una piccola grandinata ma le quantità sono comunque abbondanti e la produzione della Glera è molto buona: possiamo affermare che ci sarà sicuramente un’ottima acidità e componente aromatica. Prevediamo un notevole equilibrio di produzione di Glera, che ha piante di età media dai 15/20 anni, ottenendo un Prosecco molto profumato.

Nel 2023, il tema del cambiamento climatico è posto al centro: come lo stiamo vivendo noi?

Il cambiamento climatico sta avendo un impatto sul ciclo vegetativo della pianta ma non solo, anche sull’intero mondo dell’agricoltura. Quest’anno, in alcune zone viticole, abbiamo assistito ad una grandinata eccezionale, fuori dal normale, con chicchi grandi anche 19 cm e che fortunatamente ha colpito solo in lieve parte i nostri vigneti. Alcuni nostri fornitori d’uva hanno subito alcuni danni dovuti alla grandine.

Da 2/3 anni stiamo assistendo ad un susseguirsi di annate bizzarre: sono molto vicine tra loro le annate in cui accadono eventi eccezionali, legati ad eventi atmosferici diversi e complicati da affrontare. L’anno scorso abbiamo vissuto il caldo elevato e la gelata invece di aprile, quest’anno, le temperature miti e la grandine di dimensioni eccezionali. Il cambiamento climatico sta avendo un impatto serio legato ad atmosferici differenti in ogni annata per cui l’agricoltura sta soffrendo moltissimo in quanto i suoi cicli evolutivi mutano di anno in anno. Le scelte che ogni produttore compie da adesso in poi sono fondamentali per far fronte a questi cambiamenti repentini.

Quali sono le previsioni di vendemmia?

Quest’anno assistiamo ad una vendemmia più tardiva, che ci ricorda le vecchie annate di un tempo, spostata verso settembre, rispetto alle precedenti raccolte che iniziavano già a metà agosto. Abbiamo vissuto una primavera ed un inizio estate con temperature miti che hanno rallentato leggermente la maturazione della pianta. Inoltre a seguito dell’elevata piovosità l’irrigazione ad oggi non è ancora servita.

Fortunatamente nella nostra azienda, avendo avuto pochi danni causati dalla grandine e avendo preservato il più possibile i nostri vigneti da peronospora e oidio, grazie al grande lavoro del team campagna, le varietà sono tutte in discreta salute. Soprattutto la glera, varietà del Prosecco, gode di ottima vigorosità. Prevediamo che, grazie alle escursioni termiche tra giorno e notte, tipiche di luglio, si preservi un’ottima acidità per le uve che utilizzeremo come base spumante e frizzanti e che si conservi, soprattutto nella Glera, un’ottima componente aromatica, valorizzata dagli sbalzi termici, che invece in annate caldissime tende a venire meno. Se l’annata continua così… sarà sicuramente ottima!

Acquisti e nuove tecnologie in cantina

La nostra cantina è all’avanguardia per quanto riguarda gli investimenti legati alle tecnologie di ultima generazione in vinificazione: quest’anno per lavorare meglio e affrontare la vendemmia 2023, abbiamo sostituito macchinari ormai superati con altri di ultima generazione per poter ottenere dal chicco raccolto il miglior vino possibile, acquistando anche nuovi vasi vinari e aumentando così la nostra capacità ricettiva di cantina.

Timeline – Le previsioni delle date della nostra vendemmia

• dal 22 agosto: vendemmia PIWI Johanniter
• 28 agosto: vendemmia Pinot grigio e Chardonnay
• dall’8 settembre: vendemmia Glera – zona DOC
• Dal 18 settembre: vendemmia Glera atto a Prosecco DOCG
• 10/12 settembre: vendemmia Manzoni Bianco / PIWI Bronner
• Dal 15 settembre: vendemmia Merlot e Cabernet
• Dal 28 ottobre: previsione vendemmia Raboso

Tutto lo staff Pizzolato è pronto ad affrontare questa vendemmia 2023!

SHARE